venerdì 15 novembre 2019

Tanti auguri, Riccardo!

Oggi è il compleanno del nostro Riccardo...
Tantissimi auguri da tutti noi... maestre, compagni e genitori. Ti vogliamo bene!



sabato 9 novembre 2019

Progetto No Neet: calendario degli incontri

Accogliendo l'invito dell'Associazione Casa Emmaus Impresa Sociale, partner de "Il cambiamento nasce da dentro", è con grande piacere che condivido il calendario degli incontri programmati all'interno del Progetto "No Neet - Il principale problema che ha la scuola sono i ragazzi che perde".
Si tratta di una serie di eventi studiati per le famiglie, curati da professionisti dell'Associazione e da altre figure individuate per la specificità delle loro competenze.
Siete tutti inviati a partecipare e a divulgare il calendario tra i vostri contatti.


mercoledì 6 novembre 2019

In videoconferenza con Riccardo Gazzaniga

 

Gli incontri con gli scrittori sono molto importanti per le scelte del nostro fare scuola, così accogliamo (e cerchiamo) tutte le possibili occasioni. Quando poi, come in questo caso, incontriamo qualche libro che ci appassiona particolarmente, tanto da trasformarlo in una consegna aperta, ci piace osare e invitiamo gli autori in classe per passare un po' di tempo con noi, sfruttando i vantaggi della tecnologia.

Così è stato oggi che, ad accogliere il nostro invito, facendoci un regalo per noi molto importante, è stato Riccardo Gazzaniga, autore di "Abbiamo toccato le stelle. Storie di campioni che hanno cambiato il mondo." Un libro che ci ha fatto scoprire che lo sport non è fatto solo di vittorie e di sconfitte. È importante anche come si vince e come si perde. Perché essere un campione non significa soltanto conquistare una medaglia, battere un record, dominare nella propria disciplina, ma conquistare un primato morale, saper difendere un ideale nobile, dare un esempio.

È con questo libro che abbiamo incontrato tante storie straordinarie, come quelle di Kathrine Switzer, di Muhammad Ali, di Tommie Smith, John Carlos e Peter Norman, di Gino Bartali, di Jermain e Bradley di Alex Zanardi, di Jessy Owens e Lutz Long... che ci sono letteralmente entrate dentro e che si tratterranno con noi ancora.

Il nostro desiderio è quello di consegnarle a tanti altri perché possano conoscere il potere delle scelte coraggiose.
Il nostro grazie a Riccardo Gazzaniga per aver accolto il nostro invito. È stata una grande emozione averlo in classe con noi a soddisfare con generosità tutte le nostre curiosità.
Adesso aspettiamo di incontrarlo in presenza e, siccome l'ottimismo non ci manca, confidiamo...

Alle foto
Ai post sulla consegna aperta (per leggere tutti i post sull'argomento, scorrere in basso)

martedì 5 novembre 2019

In arrivo l'appuntamento con Riccardo Gazzaniga

Ricordo che domani mattina, alle ore 9, durante le attività didattiche, è programmato l'incontro in videoconferenza con lo scrittore Riccardo Gazzaniga, autore del libro "Abbiamo toccato le stelle. Storie di campioni che hanno cambiato il mondo", che ha guidato le consegne aperte presentate dai bambini in apertura dell'anno scolastico.

Agli altri post sul tema: vedi

venerdì 1 novembre 2019

La nostra festa de Is animeddas


Cose semplici. Bastano queste.
Così, ieri, dopo aver dedicato questi ultimi giorni a ripercorrere le tradizioni della Sardegna per la Festa di Ognissanti, ci siamo impegnati nella preparazione delle arance-lanterna che, una volta pronte, abbiamo messo nei davanzali delle nostre finestre come richiamo per i nostri parenti morti, per poi consumare, immersi nell'aroma di arancio, il dolce tipico di questa festa: is pabassinas.

 

È stato un avvicinamento morbido, di quelli che non cercano contrapposizioni tra la tradizione di Is animeddas e quella di Halloween, tanto amata dai bambini, non avrebbe senso. Dalle contrapposizioni non nasce niente.
A venirci incontro, è stato il ritorno della storia di "Angelica e Is animeddas", regalata qualche anno fa agli ex alunni da Annalisa Cani, pedagogista e cara amica. 
È con Angelica che abbiamo ripercorso le tradizioni tipiche di questa festa e le abbiamo messe in relazione con quella di Halloween, scoprendo che se tra queste due feste ci sono differenze, non mancano le tante analogie. 
Un mettere in relazione che inizieremo a curare in tante altre occasioni, perché è attraverso la conoscenza e il confronto che ci si appropria della peculiarità delle proprie tradizioni e si costruisce il rispetto per quelle altrui.
Vi lasciamo con qualche immagine, proponendovi di tornare sul racconto di Angelica con i vostri bambini.
Piuttosto... non sorprendetevi troppo se, questa notte, dovessero chiedervi di apparecchiare la tavola per i familiari morti. Le arance lanterna erano per dire loro che qui l'amore è immutato e che li stiamo aspettando.

A tutti voi, felice festa di Ognissanti!


 Alle foto

Al racconto, scritto da Annalisa Cani: "Angelica e Is animeddas"

A qualche informazione sulla festa:
La festa de "Is animeddas"
Antiche usanze (articolo pubblicato ne L'unione Sarda del 2010)

domenica 27 ottobre 2019

Domani a Milano-Bicocca: Non sono un voto

Domani, appuntamento a Milano-Bicocca per dare voce alla scuola senza voto. Saremo in tanti, oltre 1000, perché le scelte in termini di valutazione dicono in che scuola crediamo, per quale scuola abbiamo scelto di impegnarci e, con questa, per quale società.
La scuola e l’azione pedagogica devono rappresentare lo spazio del possibile, anzi lo spazio del rendere possibile quello che sembra impossibile, il luogo dell’utopia concreta […] Fare della scuola il luogo dell’utopia pedagogica dove è possibile vivere e sperimentare quello che la società sembra non offrire e non permettere. (Alain Goussot)
 

venerdì 25 ottobre 2019

Io leggo perché: qualche scatto e il nostro grazie

Giusto qualche scatto dalla nostra iniziativa "Io leggo perché" e il nostro grazie di cuore a tutti.

Grazie a coloro che hanno accolto donando un libro per la nostra biblioteca.
Grazie alle famiglie che ci hanno sostenuto.
E grazie sempre a Stefania Mura, la nostra preziosissima libraia, che - va detto a voce alta - ci piace sempre di più! :-)

Attendiamo la mattina di oggi per accogliere i vissuti dei bambini mentre si trasformeranno in parole e immagini.

Per noi tutti la valutazione più bella: dallo scorso anno a questo, una grande crescita in termini di autonomia, responsabilità, implicazione...