mercoledì 22 maggio 2019

Cari genitori, è il momento di offrire una vostra valutazione!

Carissimi genitori, l'anno scolastico volge al termine ed è per me molto importante invitarvi ad offrire una valutazione sull'esperienza formativa ed educativa vissuta dai vostri bambini nell'anno scolastico, così da poter conoscere, e quindi gestire, eventuali criticità.
Si tratta di un questionario completamente anonimo interno alla classe; per potervi accedere è necessario disporre del codice di riferimento che vi sarà fornito dalla Rappresentante di classe.
La compilazione è consentita fino alle 24 di domenica 2 giugno.
Confidando nella vostra collaborazione, vi ringrazio fin d'ora.

Accedi al questionario

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfbOXy3VrRcTM7_AYMB8Hydw4kI9hhgLs0r0mmPEDIX5ptjhg/viewform

Sospensione delle attività didattiche

Si informa che nei prossimi giorni i locali della scuola saranno impegnati per le consultazioni elettorali; pertanto le lezioni saranno sospese da sabato 25 a lunedì 27 maggio 2019. 
Le attività riprenderanno regolarmente in data martedì 28 maggio 2019.

Alla Circolare pubblicata sul sito d'Istituto

Incontro con i bambini della scuola dell'infanzia


Con grande piacere, ieri mattina, abbiamo accolto in classe i bambini della Scuola dell'infanzia Baby Boom che in settembre inizieranno la scuola primaria.
Sapendo che l'obiettivo della visita non era solo quello di conoscere la scuola, ma di raccogliere le impressioni dei nostri bambini sulla prima elementare, per noi è stata l'occasione per coinvolgere la classe in un brainstorming con il quale esprimere ciò che a loro avviso sarebbe stato importante raccontare, per poi ripercorrere gli aspetti più interessanti di questo anno scolastico in termini di emozioni e vissuti.

Così, una volta accolti i bambini dell'infanzia, li abbiamo fatti sedere tra i compagni più grandi e abbiamo invitato i bambini a raccontare seguendo i punti nei quali avevamo raggruppato quanto emerso con il brainstorming:
  • Come abbiamo vissuto il passaggio dalla scuola dell’infanzia alla scuola primaria?
  • La nostra giornata scolastica: attività.
  • Le cose che abbiamo imparato.
  • Un’esperienza speciale: "Letture per dire le cose da dire".
Al termine di questa fase, abbiamo condiviso con i bambini e le colleghe il filmato realizzato sulla nostra esperienza "Letture per dire le cose da dire", che abbiamo considerato fondamentale in quanto espressione di un vero e proprio compito autentico, che ha messo in campo l'autonomia acquisita dai bambini, la conquista delle abilità di lettura, la capacità narrativa e, soprattutto, il loro amore per i libri.

Per concludere, i bambini dell'infanzia hanno potuto fare delle domande ai compagni più grandi.
Si è trattato di un tempo contenuto che non ha consentito una condivisione più profonda e più diretta, ma è stato comunque uno spazio importante che potrà aiutarci a costruire nuove esperienze.

Da parte nostra, un grazie di cuore alle colleghe della Scuola dell'infanzia Baby Boom - Alma Lombardi e Simona Bernardini - per averci fatto visita e un abbraccio e un grande in bocca al lupo ai bambini per il loro prossimo ingresso alla scuola primaria.

domenica 19 maggio 2019

Sulle merende in classe e non solo...

Vorrei ricordare alle famiglie che tra le più importanti competenze educative attese sulle quali siamo impegnati come insegnanti, vi è quella di “partecipare alla vita della scuola come comunità che funziona sulla base di regole condivise” (la si può trovare espressa in modo chiaro nel documento di programmazione, area dedicata alla Cittadinanza e Costituzione).

Tra queste, come importante obiettivo di apprendimento rientra il “Riconoscere il diritto alla salute” che, tra i suoi contenuti, contempla l’educazione alimentare che, nel corso dei cinque anni, sarà oggetto di percorsi trasversali e specifici.

Pertanto, le comunicazioni riferite al consumo della merenda in classe, oltreché legate ad altre ragioni illustrate nelle diverse occasioni assembleari, sono guidate dall'impegno a favorire una corretta educazione alimentare.

A questo scopo, si invitano i genitori a sostenere gli interventi educativi e formativi della scuola. Si ricorda, infatti, che sono l’esempio e i comportamenti quotidiani, soprattutto se condivisi tra scuola e famiglia, a garantirne una vera appropriazione.

giovedì 16 maggio 2019

A proposito di analfabetismo funzionale


A proposito dei dati che ci informano della difficoltà dei nostri studenti nella comprensione di ciò che leggono, ho messo in atto una strategia semplice ma che ipotizzo possa essere molto efficace nei cinque anni.
Da quando i bambini hanno iniziato a leggere, facendo leva sulla loro curiosità, sto sottoponendo loro tanti scritti, senza dare informazione alcuna. Unica cosa, li metto in coppia in modo che possano integrare le loro competenze in lettura e inferenza. 
Perciò, ho preso a predisporre comunicazioni scritte su tutto ciò che riguarda la nostra vita scolastica e gliele sto proponendo "al buio". Ho cominciato con le informazioni sulle uscite, iniziative, comunicazioni organizzative, e ho smesso di spiegare le consegne se non con indicazioni scritte da decodificare in completa autonomia. Per le tre uscite didattiche di aprile, a fine marzo, ho predisposto un documento che riportava tutte le informazioni utili, costi compresi, e ho invitato i bambini anche a rilevare la quota complessiva individuale per la partecipazione (e c'era da intuire la necessità del raddoppio per i due spettacoli teatrali con lo stesso costo...); lo stesso ho fatto per dare tutte le informazioni organizzative sulla fiera del libro.
Per l'ultima uscita, quella all'Azienda agricola, ho scritto loro una lettera nella quale, anche questa volta senza anticipazione alcuna, spiegavo dove saremmo andati, quali attività avremmo svolto, luogo e orario dell'appuntamento, mezzi di trasporto, cosa portare e cosa indossare...
Considerando che siamo solo in prima, le risposte sono state al di sopra di qualunque aspettativa, perciò sono ottimista sugli effetti nel tempo. Vedremo.
Intanto io mi concentrerò sul portare più scritti possibili, in termini di tipologia e contenuti, e di evitare qualunque consegna spiegata da me.
L'attenzione deve essere rivolta ad assicurare "il tempo che ci vuole", a fidarsi e, soprattutto, a non sostituirsi mai.
La maggior parte dei danni, a mio avviso, sia a casa che a scuola, li stiamo facendo proprio guidati dalla fretta che porta a sostituirsi e a guidare tutto, a svantaggio non solo di questa competenza ma della costruzione dell'autonomia.
Dei libri non parlo, qui il discorso cambia. Si tratta di costruire amore e non può che nascere creando opportunità nella gratuità. In classe i libri di testo hanno poco spazio, ma libri ne leggiamo tanti. La nostra bibliotechina è ricca e stimolante, tant'è che il nostro giovanissimo bibliotecario è sempre al lavoro, e frequentiamo la biblioteca comunale ogni quindici giorni.

domenica 12 maggio 2019

Tanti auguri alle nostre mamme!


Mi scuso con mamma Alba, ma dall'arrivo di Ettore tra noi, non abbiamo ancora avuto la possibilità di uno scatto. Spero tuttavia che le arrivi il nostro augurio e anche un abbraccio doppio. Lei sa perché...

venerdì 10 maggio 2019

99° Anniversario dell'11 maggio 1920


Vi informo che domani mattina - alle ore 10, in piazza Municipio - la classe parteciperà alla rievocazione storica dell'eccidio avvenuto ad Iglesias l'11 maggio 1920, nel quale hanno trovato la morte 7 operai.
La proposta è curata da docenti e studenti dell'Istituto Comprensivo Eleonora d'Arborea, con la preziosa guida del Prof. Gianni Persico.
In classe sarà occasione per proseguire le prime riflessioni sul mondo del lavoro, avviate in occasione del 1 maggio, con particolare riferimento alla situazione lavorativa dei minatori del nostro territorio, che ha dato origine ai primi scioperi.
Per chi non avesse avuto occasione di vederlo, propongo il video sulla rievocazione storica, realizzato nel maggio 2013, che ci si riserva di vedere con i bambini nei prossimi anni.